Lorenzo Pataro | Ci piove nel grembo il seme di un morto | Poesia inedita

Il male del corpo è questa carne buona
che vuole la carne infetta,
una striscia di pelle scorticata da bere tutta.
Ci piove nel grembo il seme di un morto,
lo stomaco è in gola, ha fame di fuoco,
ma in fondo è solo il gioco di sempre,
restiamo a dormire ancora un poco
come fosse una cosa da niente.

*

Che cosa ne sarà di questi giorni
malati di una luce e un sole molle
le zolle ormai crollano al tuo passo
e il veleno di ogni sasso è sangue
amaro sempre nuovo alle tue ossa.

*

Il corpo della bestia è nel vento
un angelo bandito ne attraversa
il peso e tra le voci di chi siede
sui balconi un bambino ad occhi chiusi

misura il buio, se ha un confine –
il suo piede batte il tempo
di un sonno antico clandestino.