Henry Ariemma | Un Gallone di Kerosene | Poesia edita

Un anno intero compagni
ai disegni incomprensibili
svelati facce nascoste…
E ho capito dopo quella libertà:
stato d’animo scaldato nel cuore
a chi sereno coltiva amore…
Fortunata amicizia che nutre virtù
scambiata rispetto nel vaso
vuoto che non serve.

*

Non ricordo il tuo nome,
è importante?
Ti chiamo allora amicizia
ma ti riconoscerei tra tanti
dai mancati slanci, sorrisi
per la sola cerchia stretta…
Non ti ho chiesto un cognome,
ti spiego ora che a fare l’esattore
toglie rotolare limpido
al caso dei giorni…
E cosi oggi posso non cercarti,
celebrarti, a cuore vuoto
e pieno insieme.

*

Tu dici lavi poco, per uno soltanto
impegnando il vivere nel lavoro
come scusa al non volere oltre
te stesso in questa vita.
La tua professione gentile per chiedere
aiuto a spostare una vecchia tv
per quella nuova, a sistemare i canali,
mentre parli di vacanze siciliane, le stesse
ogni anno.