L’arrivo della Primavera

È arrivata la primavera
con insolito ritardo,
nessuno più l’aspettava
nessuno la cercava davvero
Eppure io l’ho vista arrivare,
avventata e silente,
ha squarciato il cielo di mercoledì
L’ho vista arrivare,
richiamata all’ordine dalle tue parole,
dalle tue labbra sottili che
sembravano danzare
e fiorire mentre
mi parlavi di te
Sarei stata ore ad ascoltarti,
avrei inventato una nuova scansione del tempo
altre intere primavere
solo per sentirti ancora un po’
È arrivata la primavera,
qualcuno s’è accorto di lei?
Forse no, nessuno l’aspettava
Eppure io l’ho vista
L’ho vista squarciare il cielo
sbocciare nei tuoi capelli,
e propagarsi nei tuoi passi svelti
impressi davanti ai miei occhi