Matteo Costantini – Poesie inedite

Riguardo a quello che mi hai detto,
non ricordo bene cosa mi hai detto,
ma mi è sembrato di vedere un Cristo
crocifisso nei tuoi occhi
che gocciava lacrime di sangue
e ti bagnava del suo dolore.

*

Qualche busso alla porta
e si fa poeta anche l’imbianchino.
E’ facile elargire unicità
e attimi sperati, basta farlo di nascosto.
Ci pensa poi la realtà a dirti di smetterla.

*

Ha senso veder scolorire un fiore
già smunto, già reciso, in bella vista
nel vaso di casa. Prende senso, poi,
anche l’intorno: la tovaglia sporca,
le crepe nel muro.

*

Sai perché mi vuoi?
Perché sono io a darti respiro,
a spianarmi gli occhi
per farti scorgere la vita.

E sai perché non ti voglio io?
Perché siamo troppo in te.
Ed io ho bisogno di essere in me
per poter continuare ad amarti.