Simone Consorti – Poesie Inedite

HO LASCIATO ACCANTO AL MIO UN POSTO VUOTO

Ho lasciato accanto al mio un posto vuoto
e a chi me lo chiede
dico occupato

Dico sto aspettando
dico lei verrà tra poco
non so quando

D’altronde non c’è fila per sedere
perché nessuno vuole mettersi vicino
a chi sta aspettando qualcun altro

Ho lasciato un posto vuoto qui accanto
ma intanto pure il mio si sta svuotando

*

POESIA PER VALERIA GIUSTO PER PASSAR LA QUARANTENA

Il gatto grigio gira intorno ai fogli
in cerca di una scatoletta
Raspa i tuoi manuali i tuoi pennelli
senza fretta
giusto per passar la quarantena
e a volte sviene sopra i tuoi acquerelli
per fare scena

Il tuo ragazzo con la gamba rotta
suona la chitarra il piano il sax la batteria
il flicorno l’ukulele
giusto per passar la quarantena
e ogni tanto suona pure il cellulare
quando è in vena

Nella stanza siete in tre
e sulla porta c’è scritto
“Io non posso entrare”
accanto alla foto di Dracula
che spalanca delle bare
E comunque giusto per passar la quarantena
anche lui qualche volta ti sveglia
nelle notti di luna piena

*

TI HO DATO APPUNTAMENTO SENZA DIRTELO

Ti ho dato appuntamento senza dirtelo
e sono qui in anticipo da tanto
perché so che non verrai
ma non so quando