Simona Corrado – poesie inedite

Potrebbe accadere
D’incontrarsi ancora
In un giro di vite, un altro
Ed io potrei abdicare, tradendo, alla devozione
Chiamarti per nome fuori dalla stanza.
Tutt’al più fugge questa vita, non s’arresta
e altre citazioni dal Petrarca
per non prenderci sul serio,
parlare di tutto l’amore fuorché il nostro.

*

Controvoglia,
ma bisogna lasciarsi fluire
raccogliersi il meno possibile
indossare l’anima sotto al cappotto
con qualcosa che stringa alla vita
la rata di un rimpianto, l’angoscia di un malore,
il lutto cosciente dell’ennesimo abbandono.
Non è verecondia nei pezzi che sperdo,
io sono sicura dei miei fallimenti
s’intonano al pallore del viso
alla fatua cenere di una piccolissima rivoluzione.

Dimenticarsi.
Scrivo questo in dimenticanza di me.

*

Come l’inazione coatta del sogno
la porta che non chiudi in tempo
la corsa senza freno
quando trasalisci nel vuoto
e si fa mattino in una notte
più fonda, vera più di un livido arcano:
così eludere indarno
te che accadi, anche lontano da qui.