Francesco Lorusso – Maceria

I nuovi fili radenti di grano
hanno dato fondo ai margini
alle sacche improvvise di gelo
dopo un rapido cambio di marcia.

Ritrovando il respiro sul portone
ora colmano la sera smisurata
che ti è passata lungo i fianchi
con la sua ricca borsa di pelle stanca.

*

Le strade aperte sul petto delle camicie
ti ritrovano senza rughe sempre ramingo
in questo gioco di carezze e dolori

sono le case che si addossano fra loro
presso un incrocio intermittente
che solitario ci precetta e perde.

*

Sulla tovaglia imbandita
rimane guarnito il posto
dove il ristoro ferito dal suono
venne annunciato lontano.

Troppo vicina è la festa
che in fretta passa di mano in mano
col condimento sceso sul piatto
come libero patto offerto alla casa.