Danila Russo – Tre poesie inedite

Danila Russo

s’incurva il tempo nei giorni
che ho contato
al primo tocco del bene
manca un dente
un grigio baffo di luna
e un salto colorato

come niente
o come sempre
apriamo e chiudiamo palpebre
bocche e telefonate

s’incurva il tempo
come un vecchio
col suo Fido
senza cielo.

*

contavo i lividi
e i tuoi dolori
ma la sera tornavi da lei
ad azzerare il respiro
a morire di follia

ieri
in diagonale sul trabocco
ho chiesto come stai
il tonfo sordo di un sasso
e sei sparita.

*

Voglio tu sia felice, anche senza di me
E poi ci siamo presi a morsi l’anima
urlato nei polmoni
stracciato i ricordi dalle mani
come l’ultimo scontrino bagnato.
Chissà se sei felice.
Ed io lo sono stata, se nel tempo ho riavvolto il nastro al punto di inizio dei miei desideri.
Magari un giorno
un giorno
un giorno
nel mai o nel sempre