Luca Pizzolitto – La ragione della polvere

luca pizzolitto

Stupende sono queste grida
che smembrano la notte,
stupendo è tutto ciò che sopravvive
all’affanno scarno delle cose,
la luce austera del mese di marzo,
nel niente colmo di misericordia
di un nuovo, disperato silenzio.

Dura un istante questa misera gioia.

*

Per spegnere e poi splendere,
anime sante nella memoria.
Si alza piano la luce del giorno,
pigra, inconsapevole.

È un grido strozzato l’innocenza,
è un fiume in piena la mia lontananza.
La vita, anche tu lo sai,
è questa cosa atroce e fragile.

*

Nel peso del fiore
che piega lo stelo,
io chiedo perdono all’inverno,
alle mani.

Ora noi siamo smarriti
nell’inutile affanno delle cose,
ora noi siamo ancora ciò che resta
dei nostri giorni spezzati e persi.