Felicia Buonomo – Poesie Inedite

«Aspetto papà», ha detto. Aveva quattro anni di etàe due di chemioterapia. Papà, duedi immotivati sensi di colpa.Era mia sorella. Se n’è andatatra le lenzuola con il merletto in pizzodi mamma, che ha scelto la morteper aprire il corredo avuto in dote. «Non è stata la malattia a portarsela via»,dice papà. «Non ho saputo proteggerla».PapàContinua a leggere “Felicia Buonomo – Poesie Inedite”

Davide Cortese – Poesie Inedite

Li vedo inabissare le radicifino al cuore di fuoco del mondo.Nelle loro corolle rosse – gonne leggerestropicciate dagli adolescenti –i papaveri cullano nel ventoil cuore di carbone dei morti. * Perdura nelle braccia di mia madreil peso del bambino che sostenne.Mi strinse con le stesse ditache toccarono la mezzanotte.I cavalli disegnatidalle nuvole un solo istantehannoContinua a leggere “Davide Cortese – Poesie Inedite”

Emanuele martinuzzi – Poesie inedite

Perla Se non fosse per l’architettura assentedi queste stelle, giunte al buio come questuedi nubi, non ci saremmo eclissati, nudapreghiera che brucia, l’uno nell’altro. Se non fosse per i nomi di queste pietre,martiri che brancolano nei nostri sguardicome aridi gorghi, non saremmoletto di fiume, l’uno per l’altro. Radici di vuote mani il tetto che ciContinua a leggere “Emanuele martinuzzi – Poesie inedite”

Matteo Marangoni – Poesie Inedite

Trasfusione verbaleIl tempo comuneconfidanella presenzarapisce il profilodell’invisibile sguardo ericonosce i gestiriflettendoli.Immagina testi eva a cercareper esaudire ogni desiderioprima che venga espresso. Testo scritto insieme alla poetessa Rita Bompadre * All’infinitoSilenziocome confineinfinito azzurronon visibileodoredi mare,quandotutto taceil movimentosi disegna. Testo scritto per la celebrazione del bicentenario dalla stesura dell’Infinito di Giacomo Leopardi

Eleuterio Tosco – Poesie Inedite

I Vegliardo, cosa cerchi? Vedo soloun’adolescenza sconsacrata e fioridivelti dalla luce che avviluppial pube, mentre soffoco ingerendopolvere di anemia esistenziale:le vene che serpeggiano su questebraccia ora t’appartengono. Vegliardomi duole l’utero a sentirti dentroqueste ossa querule, dentro quest’artespezzata come il sospiro che covoe poi divulgo al mondo quando erompoin clangore. Vegliardo, cosa cerchiin questo tempio flesso?MeContinua a leggere “Eleuterio Tosco – Poesie Inedite”

Lucia Tradii – poesie inedite

Dammi mille bacie poi scordatelo.Riprendi il contoe ancora scordatelo.Perdi il contattocon la matematica,tu che conoscila circonferenzadel mio ombelico. * Puoi sognare altre donne– il subconscio te lo fa credere –puoi stringerle con le tue bracciabaciarle con la tua boccasbriciolare i loro corpi nudidimenticarti della mia nascitaio che ti dormo accantoche mi sveglioa ogni frullo diContinua a leggere “Lucia Tradii – poesie inedite”

Fabrizio Cavallaro – Poesie inedite

Hai dato sepolturaal nostro amorecon la curadi un entomologoche infilza la farfallaancora viva. * Un lusso, questa curva di cieloche lentamente stridesi posa sulla spalla,balsamo edenico,inebriante carezza. * Se mi giro,mi guardo dietro,appena un po’ oltrela spalla,trovo le risposteche sul momentosembravanoalibi incoerenti. * Scrivo non sapendo fare di megliocosa conservare della vita,ridendo e sorridendo diContinua a leggere “Fabrizio Cavallaro – Poesie inedite”

Agnese Coppola – Poesie inedite

atto di dolore, i muri spellanoe portano a galla il nome.Bruciano i capezzoli delle candele,bianche le gambe in certe sere.Allo spigolo di casa carne ,lana di piume a terra.Le sante crescono capellile ciocche sonopolvere di cemento .S’inzuppa a serauna coppa di vino.Il paradiso aveva occhi e rugheaccenno di un addio. * Il cielo si sfilettaContinua a leggere “Agnese Coppola – Poesie inedite”

Pietro Polverini – Inediti

I. il tuo saluto fu un documento apocrifoscritto sul dorso forestiero dell’estate:dispersioni terrene a marginedi una splendida storia,per questo ora mi muovo lentamenteoltre le tue modeste esequie. II. racconto di fronte al fuocodi mettersi in moto per la terra promessadel nostro antico rimosso:lo vedo svolgersi con note apostolichesul foglio, seguaci dell’ultima stagione corporea. III. ragionavoContinua a leggere “Pietro Polverini – Inediti”

Giovanni Sepe – Poesie Inedite

Morirò in piedisulla quiete dei fioriin questa terra di veleniresterò un oltrecome una statua.Morirò in un posto che mi vorràper semprenei venti che avranno vocese mai ne avròtra i fiori. * Così si diventa poeti annusandola vita dei morti e quel che si celadietro le parole aperte a velae taluna volta morendodi una morte chiassosaperContinua a leggere “Giovanni Sepe – Poesie Inedite”