Giovanni Sepe, Poesie Inedite

Morirò in piedisulla quiete dei fioriin questa terra di veleniresterò un oltrecome una statua.Morirò in un posto che mi vorràper semprenei venti che avranno vocese mai ne avròtra i fiori. * Così si diventa poeti annusandola vita dei morti e quel che si celadietro le parole aperte a velae taluna volta morendodi una morte chiassosaper l’ultima volta prima dell’ultima.Così si diventa poeti con gli occhiassonnati … Continua a leggere Giovanni Sepe, Poesie Inedite